Valori

 

  • una economia, dinamica e solidale, che valorizzi ed utilizzi in maniera ottimale le proprie risorse, che non generi disparità, ingiustizie, emarginazioni, squilibri territoriali  e che si preoccupi del destino delle generazioni future;

  • una società, che si fondi su principi di democrazia e di rispetto delle diversità, che rappresenti gli interessi e i bisogni di tutti, che si preoccupi della distribuzione equilibrata di poteri e ricchezza;

  • un sistema di governo che per raccogliere risultati duraturi e sostenibili si adoperi per costruire accessibilità diffusa a diritti e opportunità, partecipazione dei destinatari, ai processi decisionali che li riguardano, sempre migliori condizioni di vita e di lavoro per tutti;

  • processi di sviluppo sostenibile e duraturo che non solo riescano ad incidere sui fattori economici tradizionali, ma che rispondano a  modelli e standard di benessere e di equità, di civiltà e di progresso, di democrazia e libertà;

  • reti locali di piccole e medie imprese, profit e no-profit, che cooperino su obiettivi comuni e concertati,  generando  risposte prossime a bisogni reali, opportunità di lavoro, cittadinanza attiva, responsabilità sociale diffusa, oltre che valori positivi per i diversi indicatori di sviluppo regionale (vedi 200 di  Istat 2012),prima ancora che incremento degli indici sintetici di crescita economica (PIL) e di sviluppo umano (ISU).